Trattamento Energetico con Canto Armonico

Il Canto Armonico è uno strumento dal grandissimo potenziale, in quanto il suono viene prodotto all’interno del corpo umano e risuona con esso. Ho già parlato di questa tipologia di canto in alcuni articoli, che potrai trovare sfogliando il sito, ma potresti partire da questo

Oggi vorrei mostrarvi un piccolo spezzone video di un trattamento energetico col Canto Armonico.

Il Canto Armonico

Il Canto Armonico, essendo prodotto col nostro stesso corpo, ha alcuni punti di forza importanti.
In primo luogo è considerato lo strumento (o forse sarebbe meglio dire il suono) che riesce maggiormente a entrare in risonanza con l’essere umano, in quanto non è qualcosa di esterno ad esso, come un Tamburo o una Campana Tibetana, ma nasce al suo interno. Tutto il corpo è interessato nell’emissione di un canto, in particolare armonico, e inizia a vibrare all’unisono. Questa vibrazione, poi, può essere trasmessa a un altro corpo con facilità, proprio come avviene tra due diapason simili che iniziano a risuonare assieme.

Un altro punto di forza, da non sottovalutare, è che è uno strumento invisibile che possiamo sempre portare con noi. Non occupa spazio e non ci appesantisce nel nostro pellegrinare, è sempre con noi e può essere “tirato fuori” all’occorrenza in ogni momento o luogo, basta saperlo far risuonare.

Normalmente lo utilizzo all’interno del Massaggio Sonoro con le Campane Tibetane, ma è possibile compiere dei trattamenti energetici anche utilizzandolo in maniera esclusiva.

Trattamento Energetico con Canto Armonico

In questi anni di sperimentazione e lavoro personale sul Canto Armonico, ho potuto sperimentare in maniera estremamente tangibile come, con alcune vibrazioni, il mio corpo cominci a vibrare. E’ ciò che accade anche con le Campane Tibetane: più la fondamentale è bassa, più ne possiamo percepire la vibrazione fisica accompagnata dal suono.

Ho notato come l’emissione di queste vibrazioni influenzasse positivamente la pratica di tecniche energetiche come per es. il Reiki. 
Sento la vibrazione irradiarsi dal centro del cuore verso le braccia e le mani, indirizzando al meglio l’energia. 
Il flusso continuo di energia produce un calore intenso, indice di un grande afflusso in movimento. 
E’ anche affascinante osservare come le mani diventino delle sorgenti sonore che, un po’ come una Campana Tibetana, irradiano la vibrazione nel corpo del Cliente.

Sapete ormai bene quanto mi piaccia integrare le conoscenze apprese in questi anni di lavoro e studio, creando un metodo di lavoro sempre più personalizzato ed efficace… questo ne è un esempio.

Due casi di utilizzo del Canto Armonico come trattamento

1° Caso

Voglio riportare, tra le tante, due esperienze in cui ho utilizzato il Canto Armonico per produrre un riorientamento energetico.

Il primo riguarda una mia esperienza personale ed è stata la prima volta che ho applicato questo metodo.
Qualche anno fa, a causa di un movimento sbagliato ho creato uno schiacciamento di un nervo sensorio che ha prodotto diversi mesi di sofferenza. Io credo, anche se purtroppo non ho avuto conferme mediche, che tutto sia iniziato con un piccolo spostamento vertebrale, forse una piccola ernia. Ho sofferto tantissimo per mesi, mi sembrava di venire bruciato vivo. Il problema però non era solo quello di sfiammare il nervo, in quanto, assumendo determinate posizioni, veniva toccato nuovamente.

Ho fatto tutto ciò che era in mio potere per guarire, affidandomi a mani esperte, ma senza grandi risultati. L’unica cosa a cui non avevo pensato era auto-trattarmi. Una sera, coricatomi a letto e in preda al dolore, ho avuto una illuminazione! Ho pensato di provare, tanto male non poteva fare. 

In una posa quasi contorsionistica, mi sono appoggiato i palmi delle mani sulla zona dolente della schiena e ho iniziato a emettere un suono. Ho continuato finché non mi sono addormentato. Sentivo le mie mani scaldarsi e scaldare la zona, sentivo la vibrazione diffondersi sia attraverso le braccia alle mani, fino alla zona dolente, che internamente.

La mattina seguente non avevo più dolore. Sparito così, in una sessione di una mezz’oretta circa. A tutt’oggi non si è più presentato. A volte mi capita, con alcuni movimenti, di sentire che si risveglia, ma riesco a compensare subito senza danni.

Potete capire quanto sia stato emozionante per me.

2° Caso.

Questa è stata un’altra situazione particolare. Ero in vacanza con una amica e certo non avevo con me tutti i miei “attrezzi” del mestiere. Chiacchierando, questa amica mi confida di avere un problema, di sentirsi sempre stanca e di avere una serie di problemi che la coinvolgono da una spalla bloccata sino ai reni. 

Chiedo se posso fare qualcosa per aiutarla ed accetta. Come dicevo non avevo con me niente se non me stesso e le mie conoscenze. Le pongo le mani ed inizio ad emettere una vibrazione profonda. 
Anche in questo caso lavoro per massimo una mezzora, ma forse anche meno.

Una volta terminato questa amica mi dice di sentirsi strana, la spalla va meglio, si sente più rilassata ma anche frastornata. Lasciamo che la vibrazione continui ad agire nel suo corpo a livello cellulare, mentre noi continuiamo la nostra vacanza.

Il giorno successivo, dopo una bella dormita, mi racconta di stare molto meglio, il dolore alla spalla è completamente sparito, come il senso di astenia. Mi racconta anche che le è partito il mestruo e, stranamente, non è doloroso come al solito.

In questo caso abbiamo potuto osservare come il suono sia intelligente, ovvero capace di riportare equilibrio in un sistema complesso, in cui una disarmonia può agire su più livelli.

2 commenti:

  1. …Tutto questo è semplicemente meraviglioso ….
    grazie Valerio per il lavoro che fai e lo fai con il cuore,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.