Il Recupero dell’Anima

1617891_10205109027708342_4963496005151140923_oNelle moderne visioni psicologiche si afferma che situazioni traumatiche, lutti o incidenti portano a una frammentazione dell’essere, tale conoscenza era già ben radicata nelle tradizioni shamaniche, nelle quali tale processo veniva definito perdita dell’Anima, o di frammenti di essa. Questi frammenti sono parti della nostra Anima che si distaccano per non subire la violenza del dolore scaturito dal trauma, nel farlo si allontanano nelle dimensioni più sottili perdendosi o rimanendo bloccate in uno spazio tempo che riproduce l’evento.
Ogni evento traumatico vissuto nella nostra vita produce un effetto di questo tipo ed è difficile che tali piccoli frammenti ritornino da soli per essere integrati.
Tali assenze, accumulandosi, producono all’Anima (globale) una perdita di potere o di energia che può essere percepita dalla persona stessa come stanchezza, sonnolenza,  tristezza, depressione, sfortuna, malattia, portando a tossicodipendenze o autolesionismo, etc.

Ecco perché il recupero dell’Anima può divenire una pratica importante ed efficace per aiutare la persona a recuperare il proprio benessere ed equilibrio psicofisico, soprattutto se svolta ravvicinata al trauma. Anche nella nostra tradizione, nelle segnature (pratiche svolte dai così detti guaritori di campagna attraverso segni e preghiere) relative alla paura si cerca di aiutare la persona a superare i propri traumi.

Quando una persona si presenta con tali sintomi e esprimendo la sensazione di aver perso qualcosa o non essere più gli stessi, ecco che il recupero dell’Anima può essere uno strumento efficace.

Tale pratica viene eseguita dallo Shamano in uno stato alterato di coscienza indotto dal suono e dal ritmo prodotto dai suoi strumenti rituali. Ancora prima dell’importanza del lavoro dello Shamano vi è la forza del suono. E’ il suono, per es. prodotto dal tamburo, che entra in risonanza con la persona; non solo porta lo Shamano in uno stato alterato di coscienza, ma vibra all’interno del corpo e porta in risonanza tutte le cellule oltre che tutti i corpi sottili e l’Anima della persona. La vibrazione riconnette col Tutto, col Cielo e la Madre Terra, permettendo la guarigione. Lo Shamano, poi, guidato e sostenuto dai suoi alleati spirituali (animali di potere, Maestri, Divinità) intraprende il Viaggio Shamanico nei mondi sottili alla ricerca di quei frammenti che risulta necessario reintegrare per poter affrontare il momento presente. Durante il viaggio attingerà a informazioni relative al trauma e comunicherà con quei frammenti che si presentano come immagini della persona stessa intrappolate nel tempo del trauma, molto spesso rivivendolo in maniera metaforica e apportando quel sostegno necessario a rassicurare l’Anima a tornare al presente.
La guarigione sciamanica avviene quando la parte dell’anima perduta viene recuperata e riportata alla persona ammalata, riportando solo l’essenza più pura rimasta nel trauma, lasciando invece nel passato le emozioni, le paure e tutti quei legami energetici che avevano ferito.14753814_10211283926356949_6478412504463330260_o

Tale processo può richiedere anche più sedute, in base alla complessità del singolo caso.  Il cliente deve semplicemente rilassarsi e prepararsi a ricevere la guarigione.
Una volta eseguito il recuperò lo Shamano insuffla l’Anima nel cuore e nei centri della testa della persona, dopodiché racconterà ciò che ha appreso alla persona in modo che possa riconoscere quegli aspetti reintegrati. Il lavoro continua poi anche a casa dove la persona può instaurare un nuovo rapporto con la propria interiorità accogliendo tali frammenti, amandoli – amandosi.
In questo modo potrà iniziare a fare una vita più completa e coerente alle proprie esigenze, ascoltandosi. Spesso queste energie ritrovate possono attivare nuove iniziative, accendere la creatività, attivare talenti impensabili.

La psicologa e sciamana americana Sandra Ingerman, ha sviluppato un approccio basato su queste esperienze per curare le persone che vivono nella nostra società occidentale e ha scritto un libro molto interessante sull’argomento.

 

2 commenti:

  1. Molto interessante e molto bella questa pratica. Può veramente essere usata come mezzo per riportare benessere alle persone, per aiutarle a ritrovarsi e a completarsi.

  2. Molto interessante e positiva questa pratica. Bravo Valerio ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *